Il noleggio auto a lungo termine rappresenta una modalità sempre più diffusa nel nostro Paese, che offre numerosi vantaggi sia ai privati cittadini sia a professionisti e aziende.

Com’è noto, il noleggio auto è una soluzione alternativa all’acquisto di un veicolo, un concetto in effetti difficile da trasferire in un Paese come il nostro, così abituato, per tradizione, al possesso dei proprio beni, alla proprietà privata.

Non è un caso, infatti, che sia uno dei Paesi con il più alto tasso percentuale di proprietari di immobili.

Ma il vento sembra essere cambiato.

Il noleggio è un protagonista positivo nel mercato automobilistico

Nonostante gli evidenti ritardi, rispetto al resto del mondo industrializzato, nell’accogliere l’idea del noleggio in alternativa all’acquisto di un veicolo, oggi i dati confermano un trend in crescita.

Secondo le ultime rilevazioni rese pubbliche da Dataforce, infatti, il noleggio si è reso protagonista assoluto in positivo all’inizio del 2020:

  • +18,39% per il canale del noleggio a lungo termine;
  • +19,31% per il noleggio a breve termine;
  • Il NLT ha targato 22.871 vetture, 3.552 in più;
  • il NBT ha targato 16.601, 2.687 in più.

In un periodo storico caratterizzato da un calo delle immatricolazioni, il noleggio a lungo e medio termine ha rappresentato, e rappresenta, una boccata di ossigeno, dimostrando anche il maturato interesse dei consumatori, privati o business, nei confronti di questa soluzione.

Ma come si configura il noleggio veicoli in Italia? Qual è la differenza tra noleggio a breve termine e noleggio a lungo termine, e come funziona quest’ultimo?

Approfondiamo insieme.

Noleggio veicoli: com’è regolata questa attività?

Come si può leggere sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il settore del noleggio a breve e a lungo termine di veicoli è un settore ricompreso in 3 codici attività:

  • 77.11.00: rientra in questo codice il noleggio di autovetture e autoveicoli leggeri, ovvero le attività di noleggio di auto e di furgoni sia a breve termine sia a lungo termine, sia nell’ambito di attività d’impresa, sia nell’ambito privato;
  • 77.12.00: rientra in questo codice attività il noleggio di autocarri e di altri veicoli pesanti, ovvero il noleggio di veicoli da lavoro, in risposta ad esigenze di impresa. Tale noleggio può essere di breve periodo, quando si tratti di sostituire macchine in riparazione o macchine specifiche, oppure di lungo periodo, quando la scelta dell’impresa noleggiante è quella di disporre di autocarri sempre all’avanguardia con la massima flessibilità di scelta del mezzo;
  • 77.39.10: infine, c’è il noleggio di altri mezzi di trasporto terrestri, essenzialmente moto, scooter e biciclette.

È importante ricordare che, in questo caso, si fa riferimento al noleggio senza conducente, differente dal noleggio con conducente, che segue altre norme e regolamenti.

Noleggio senza conducente: cosa prevede il Codice della Strada

Il noleggio auto senza conducente è regolato anche dal Codice della Strada, nello specifico all’art. 84, Titolo III, che fornisce anche una definizione chiara e di immediata comprensione:

“[…] un veicolo si intende adibito a locazione senza conducente quando il locatore, dietro corrispettivo, si obbliga a mettere a disposizione del locatario, per le esigenze di quest’ultimo, il veicolo stesso.”

Nei successivi comma dell’articolo si specifica anche la destinazione e l’uso dei veicoli, le autorizzazioni da richiedere e le sanzioni per chi viola le norme previste.

Per approfondire, si può consultare il testo integrale sul sito dell’ACI, cliccando qui.

Qual è la differenza tra noleggio a breve termine e noleggio a lungo termine

Abbiamo menzionato prima l’esistenza di due macro categorie di noleggio, quella a breve termine e quella a lungo termine.

Ma come si differenziano tra loro? A partire da quanti giorni si può parlare di lungo termine?

Anche in questo caso, ci torna utile l’Agenzia delle Entrate, che indica questa divisione:

  • Il noleggio a breve termine è quello che prevede una durata tra 1 e 30 giorni. In effetti, si tratta del classico servizio di noleggio che si sceglie per esigenze temporanee, lavorative o personali, magari per viaggi di lavoro o di svago. In alcuni casi, si può optare per questa soluzione per testare un’auto che si intende acquistare, oppure in occasione di cerimonie e eventi speciali. In ogni caso, vige il principio di temporaneità dell’utilizzo;
  • Il noleggio a lungo termine si riferisce al noleggio per un periodo di tempo superiore ai 30 giorni. In questo caso, le esigenze che spingono i clienti ad optare per il noleggio a lungo termine sono differenti rispetto al breve termine, ma ne parliamo più avanti nel corso dell’articolo.

Come funziona il noleggio a lungo termine

Stabilito che il noleggio a lungo termine ha una durata superiore ai 30 giorni, possiamo concentrarci sulle modalità di utilizzo.

Con le dovute differenze tra i vari operatori del settore, il noleggio a lungo funziona così:

  • È previsto il pagamento di un canone mensile, che varia a seconda del valore del veicolo scelto;
  • Si applica a automobili, veicoli commerciali, moto e scooter, sia nuovi che usati;
  • Viene richiesto un anticipo, il cui importo varia a seconda del veicolo scelto;
  • Il canone mensile è comprensivo di con bollo, RCA, copertura danni completa e manutenzioni;
  • È prevista dall’ordinamento giuridico e tributario italiano la deducibilità dei costi e la detraibilità dell’IVA;
  • Tutti possono accedere al noleggio a lungo termine, privati, liberi professionisti con Partita Iva e aziende;
  • Il preventivo può essere modulato sulla scorta della percorrenza, della durata, del veicolo scelto e dell’anticipo che si è disposti a versare;
  • L’offerta può prevedere l’aggiunta di servizi accessori, di serie o extra. Ad esempio, il drop-off, il netting, il deposito e custodia dei mezzi propri, un consulente dedicato 24/7. Sono proprio questi servizi accessori a fare la differenza e a rendere una proposta più interessante di altre.

Il cliente, quindi, può selezionare il veicolo che risponde alle proprie esigenze, valutare la durata e l’anticipo da versare, e richiedere l’eventuale aggiunta di servizi extra, definendo la soluzione di noleggio a lungo termine più adatta.

noleggio auto a lungo termine